Nella giornata di domenica 19 giugno alle ore 18, nell’ambito della della III° edizione del Festival “Viktor Ullmann”, verrà eseguita la II Sinfonia di Marcel Tyberg all’interno della Risiera di San Sabba.
Marcel Tyberg nacque a Vienna il 27 gennaio del 1893 da una famiglia ebraica di musicisti: il padre era un rinomato violinista e la madre un’affermata pianista. Durante i suoi anni di formazione, una profonda amicizia lo legò a Rafael Kubelik, quest’ultimo destinato a diventare un celebre direttore d’orchestra. Nel 1927, dopo la morte del padre, Marcel Tyberg si trasferì con la madre ad Abbazia, dove divenne organista, direttore d’orchestra e insegnante. Qui Tyberg compose la seconda e la terza sinfonia, due messe, la seconda sonata per pianoforte e una raccolta di lieder. La seconda sinfonia fu eseguita per la prima volta all’inizio degli anni Trenta sotto la direzione di Kubelik con l’orchestra filarmonica ceca. Ad Abbazia il compositore mantenne una stretta amicizia con la famiglia del fisico italiano, amante della musica, dott. Milan Mihich il quale durante la guerra viveva a Laurana, vicino ad Abbazia. Dopo l’occupazione nazista della regione nel 1943, il dott. Mihich prese in custodia le partiture manoscritte per salvarle da un possibile arresto di Tyberg a causa delle sue origini ebraiche.

Subito dopo, infatti, il compositore venne arrestato e deportato prima nella Risiera di San Sabba e successivamente ad Auschwitz dove morì, probabilmente il 31 dicembre 1944.

Le partiture originali furono prese in carico dal figlio del dott. Mihich che le portò negli Stati Uniti, a Buffalo. Qui, nel 2005, vennero consegnate alla direttrice d’orchestra JoAnn Falletta che diresse la seconda e la terza sinfonia con l’orchestra Filarmonica di Buffalo.
All’interno della Risiera di San Sabba verrà eseguita la seconda sinfonia, partitura mai eseguita in Italia, con l’orchestra “Abimà” in collaborazione della Civica Orchestra di fiati “Giuseppe Verdi”.
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.